Visita altri paesi: Bulgaria | Cambogia | Cina | Colombia | Etiopia | India | Russia | Vietnam

Adozione in Ucraina

 

Figlio biologico e figlio adottivo  ‘nascono’ da porte diverse: il parto e l’adozione in Ucraina. Tutti i figli hanno bisogno di essere ‘adottati’ nel senso di essere scelti e di partecipare ad un processo di affiliazione, di avere cioè uno spazio interno nella mente e nel cuore dei genitori. Possiamo dire che alcuni bambini nascono prima del concepimento nel pensiero, nel desiderio, altri durante la gravidanza, altri alla nascita, altri dopo molto tempo….La differenza tra filiazione e affiliazione consiste proprio in questo processo di maturazione del sentimento di genitorialità da parte dei genitori adottivi e di affiliazione da parte dei figli. Un processo di reciprocità ‘circolare ‘che attraversa diverse fasi.  Consideriamo alcuni ostacoli a tale processo, riguardante la filiazione dell’adozione in Ucraina, ben consapevoli che nella filiazione biologica ne esistono altri e, a volte, gli stessi.

Nella fase dell’attesa di un figlio adottivo i genitori maturano delle aspettative, anche inconsce, verso un bambino immaginato, pensato,desiderato e molto atteso.

La più spontanea e naturale è quella di un bambino che corrisponda al loro desiderio di dare e ricevere affetto. Si tratta di sentimenti del tutto naturali e legittimi, da cui nasce il desiderio stesso di avere un figlio.

L’investimento sul figlio idealizzato appartiene alla storia di molti genitori, anche quelli naturali, ed è ben comprensibile.

L'adozione in Ucraina non è un atto eroico che si esaurisce in un momento.
E' una strada difficile e ricca, come la vita. Avvicinarsi all'adozione in Ucraina è andare alla scoperta di un mondo fatto di intimità e di burocrazia, di calore umano e di asettici documenti. Che poi tanto asettici non sono perchè la loro preparazione e l'attesa nelle varie fasi del lungo viaggio (a volte molto lungo) verso la costruzione di una famiglia adottiva nel adozione in Ucraina, sono dei macigni emotivi che ti mettono alla prova quando meno te lo aspetti, che ti chiedono fermezza quando vorresti sognare o pacatezza quando il vento delle cose porta una buona notizia.

E' uno stare vicino che negli anni, oggi anche con impegni legislativi, cerca di proporre soluzioni per ogni momento difficile o di identificare le procedure burocratiche punto per punto, affinchè si evitino pericolosi stop e, all'attesa già estenuante, si aggiunga beffarda la lungaggine del formalismo. Il bambino e la realizzazione nella sua persona intera di tutte le sue possibilità intrinseche è il nostro scopo, lo scopo di tutti i veri genitori.

Un bambino infatti non deve dare a noi qualcosa ma siamo noi adulti a capire che dobbiamo essere per lui fonte di crescita e di realizzazione: giochi, e piccoli vizi verranno dopo, insieme ai calorosi abbracci ed alle coccole vicendevoli.

Al 1° gennaio 2009 circa 400 case di tipo familiare accoglievano 2.605 bambini e altre 2.461 famiglie affidatarie, crescevano fino a 4.450 bambini che erano registrati presso i dipartimenti Regionali dei Servizi per i Minori.

Ogni anno sempre più ucraini esprimono il desiderio di adottare un bambino. Il 2009, in particolare, e’ stato un anno indicativo in termini di trend con 2.400 bambini adottati. Ovvero il 70% in più dei bambini adottati 5 anni fa. Nel 2004 erano stati 1.411 i minori adottati.

Tra le normative previste dalla legge ucraina, in materia di adozione, la differenza massima tra genitori adottivi e bambino adottato non deve essere superiore ai 45 anni.

Il Governo ucraino a supporto delle istituzioni del tutoraggio e dell’adozione  ha introdotto una nuova forma di assistenza.

Questi dati confermano che l’adozione in Ucraina nazionale ma anche l’affido in Ucraina stanno crescendo, grazie all’attuazione di una serie di politiche che mirano alla chiusura degli istituti, favorendo forme alternative di tutela dei minori.

Ukraina Viaggi non fornisce nessun aiuto in pratiche adottive, ma solo un supporto logistico per tutti coloro che si recano in Ucraina per tali tematiche. Questo e' importante sottolinearlo da parte nostra in quanto sempre piu' spesso riceviamo richieste di aiuto da parte di coppie che a volte si sentono abbandonate da chi dovrebbe seguirle. La legge regola in modo rigido questa delicata tematica e solo gli enti autorizzati possono depositare le domande di adozione in Ucraina. Differente e' il discorso di chi una volta presentati i documenti desidera farsi assistere da nostro personale per cio' che concerne tutti gli aspetti logistici, guida ed interpretariato. Pertanto se avete depositato la domanda e necessitate venire in Ucraina, richiedeteci un preventivo di spesa elencandoci le vostre necessita'. Qualsiasi sia l'agenzia a cui vi rivolgerete il nostro consiglio rimane sempre di rivolgervi ad una agenzia certificata e registrata, con propri uffici e personale in loco. Tale scelta vi garantira' e potrete anche richiedere regolari fatture per le spese che sono deducibili. Dalla nostra esperienza possiamo dire, anche se sembra assurdo, che i nostri preventivi di spesa sono sempre inferiori rispetto quelli forniti da chi svolge la nostra attivita' con le modalita' "dell'imprenditoria creativa o del faidate"

 

La legge sull’adozione in Ucraina internazionale è regolata da:

  • Codice di famiglia dell’Ucraina del 10.01.2002;
  • Decreto n.1377 del 28.08.2003 emanato dal Consiglio dei Ministri dell’Ucraina relativo al Regolamento della registrazione dei bambini adottabili e delle famiglie che intendono di adottare un bambino e del monitoraggio del rispetto dei diritti sui bambini adottati. (ст. 20 п.4)

Secondo la normativa ucraina in vigore, gli aspiranti genitori adottivi devono essere maggiorenni ed in possesso della piena capacità giuridica.

Adozione in Ucraina di bambini ucraini da parte delle famiglie straniere è consentito qualora i minori fossero registrati presso il Centro per le Adozione in Ucraina dei bambini presso il Ministero della Pubblica Istruzione dell’Ucraina da almeno un anno dopo ché siano state esaurite tutte le possibilità sul adozione in Ucraina nazionale.

Se i minori soffrono le malattie elencate dal Ministero della Salute o hanno legami famigliari con le persone che intendono adottarli, sul adozione in Ucraina è concessa senza attendere i termini di registrazione c/o il Centro.

I cittadini stranieri che intendono adottare un minore ucraino presentano al Centro per le adozione in Ucraina di bambini d’Ucraina un’istanza chiedendo di essere registrati come candidati e ottenere, di conseguenza, il permesso di visitare un relativo istituto per scegliere un figlio adottivo e stabilire il contatto con il medesimo.

Requisiti relativi agli adottanti richiesti dalla normativa interna

  • Possono adottare tutte le persone maggiorenni ed in possesso della piena capacità giuridica;
  • Adozione in Ucraina è aperta alle persone sposate e ai single;
  • La differenza di età fra aspiranti genitori adottivi e minore adottato deve essere maggiore dei 15 anni;
  • Gli aspiranti genitori adottivi non devono essere decaduti dalla potestà genitoriale.

 

Requisiti relativi all’adottando in Ucraina   

  • Può essere adottato solamente un bambino inscritto nei registri del Centro adozione in Ucraina del Ministero dell’Educazione da almeno 14 mesi, termine previsto per consentire, in via prioritaria, adozione in Ucraina da parte di persone residenti in Ucraina;
  • Il minore di almeno 10 anni deve prestare il proprio consenso;
  • Adozione in Ucraina può essere pronunciata anche senza l’accordo dei genitori quando questi non occupandosi più del minore da un periodo superiore ai 6 mesi, sono decaduti dalla potestà genitoriale, quando siano stati dichiarati irresponsabili o siano ignoti.

 

NOTA: Una deroga al termine di iscrizione del minore nei registri del Centro adozione in Ucraina è concessa nei casi di malattia del minore. La lista delle malattie che consento tale deroga è stabilità dal Ministero della Sanità.

Forma della decisione

E’ una decisione giudiziaria.

Effetti della decisione   

  • Rottura del legame di parentela tra l’adottato e la sua famiglia di origine;
  • Creazione di un nuovo legame di filiazione tra l’adottato e la sua famiglia adottiva;
  • In caso di adozione in Ucraina da parte di un single, la legge prevede che i diritti del genitore biologico di sesso opposto rispetto a quello dell’adottante possano essere mantenuti se il primo lo richiede e vi sia il consenso del genitore adottivo. Del perdurare di tale relazione deve essere fatta menzione nel provvedimento concernente adozione in Ucraina.

 

Cos'è adozione in Ucraina dei bambini? Chi può adottare? Chi può essere adottato? Tentiamo di rispondere ad alcune delle domande più frequenti in merito a questo delicato argomento.

Tante sono le domande che si pongono coloro che vengono a contatto con questo delicato argomento: qui di seguito si tenterà di dare alcune risposte.

 

La decisione di presentare la richiesta di adozione in Ucraina dei bambini è solo l'inizio di un lungo percorso burocratico che porta la coppia ad affrontare un'esperienza, a volte molto frustrante, costellata di passaggi impegnativi: esibire documenti, confrontarsi con altre coppie, dimostrare di avere i requisiti psicologici e morali necessari per diventare genitori. La coppia si espone a un'altra minaccia di sterilità non più biologica: per avere un bambino deve essere giudicata da altri nella globalità dei propri aspetti personali, intimi e umani, perché si possa valutare il suo essere adatta o meno a crescere un figlio. E una volta realizzata adozione in Ucraina di bambini, i genitori adottivi devono far fronte ad ancora altre difficoltà sconosciute ai genitori naturali: la nuova realtà familiare va presentata e fatta accettare a tutti i parenti; l'identificazione con il figlio è più difficile soprattutto se il bambino adottato non è un neonato, e in più l'origine sconosciuta della sua eredità genetica può indurre timori ed evocare fantasmi minacciosi; inoltre è possibile che i genitori adottivi vivano con angoscia il fatto di dover prima o poi svelare al bambino il vero carattere della sua filiazione, perché questa "rivelazione" potrebbe risvegliare in loro la sofferenza per la ferita all'immagine di sé, suscitata dalla sterilità.     

Innanzi tutto va chiarito un equivoco adozione in Ucraina di bambini. Adozione in Ucraina non è un istituto previsto in favore degli adulti, ma è una previsione legislativa nata per tutelare i minori in stato di abbandono. È quel particolare "mezzo" previsto dal nostro legislatore per provvedere alle cure che mancano e che dovrebbero essere assicurate a ciascun minore per il suo allevamento e la sua preparazione alla vita. Con ciò il legislatore ha inteso tutelare in primis il minore, e non di converso assecondare il desiderio a volte egoistico di coloro che desiderano avere un figlio a tutti i costi. Proprio per questo l'iter burocratico a volte appare lungo e farraginoso, ma a ben guardare, in linea di massima, esso risponde alle finalità desiderate  dell’adozione in Ucraina.

L’importanza delle motivazioni 

Avere un bambino adottivo è aprire nella propria famiglia uno spazio non solo fisico, ma soprattutto mentale per l’accoglienza di un bambino o di una bambina, generato da altri, con una sua storia, e che ha bisogno di continuarla con dei nuovi genitori, con cui formerà una vera famiglia, come una sua seconda possibilità di vita. Solo così, partendo dal desiderio di avere un figlio, e costruendovi sopra un percorso personale e di coppia che sia di vera accoglienza, si può iniziare correttamente la strada dell adozione in Ucraina. Adottare un bambino straniero Nel caso dell adozione in Ucraina di un bambino straniero questo percorso è più articolato ma per molti versi anche più ricco. Adozione in Ucraina di bambino internazionale permette di accogliere a far parte integrante della propria famiglia bambini di altri paesi, con cultura, lingua, tradizioni diverse. Per questo, per tutelarne i diritti, la normativa si fa più complessa, ma oggi offre in cambio la sicurezza sullo stato di abbandono del bambino, una più approfondita preparazione ed un migliore sostegno alle coppie che hanno deciso di intraprendere questo percorso.

Adozione in Ucraina internazionale è adozione in Ucraina di un bambino straniero fatta nel suo paese, davanti alle autorità e alle leggi che vi operano.

Perché una simile adozione in Ucraina possa essere efficace in Italia è necessario seguire delle procedure particolari, stabilite dalle leggi italiane e internazionali. Altrimenti adozione in Ucraina straniera non sarà ritenuta valida, e il bambino non potrà nemmeno entrare nel nostro paese. Per di più, in certi casi, l'inosservanza delle leggi sull'adozione può costituire un reato.

Queste disposizioni possono sembrare eccessive, ma sono necessarie per garantire ai bambini abbandonati ed ai loro futuri genitori adottivi un adozione in Ucraina legalmente corretta, e rispettosa dei diritti di tutti i protagonisti.

 

 Aspettative e figlio “ideale”.

Quali aspetti meritano più attenzione e tempi di ‘riorganizzazione’ in questa doppia attesa, dei genitori e del bambino ? 

Nella fase che precede l’adozione per il genitore è stato impegnativo ed anche doloroso elaborare il lutto della non gestazione. 

Il genitore deve essersi legittimato come ‘vero genitore’, ossia aver superato le paure di essersi appropriato di un bambino di altri, aver  elaborato il sentimento di invidia verso i genitori in grado di generare figlio, aver bonificato il fantasma persecutorio del genitore biologico, aver superato il lutto per la sterilità e la naturale depressione.

Aver dedicato un tempo ed uno spazio a sé ed alla coppia per consolarsi e coccolarsi.

E Il bambino? Nel caso di bambini molto piccoli,  entro il primo anno di vita, il presupposto è che il bambino mantiene una memoria emozionale degli eventi precedenti la sua adozione.

Il bambino che arriva risponde a due bisogni insoddisfatti: il proprio di avere una famiglia e quello dei genitori di avere un figlio. Anche qui c’è una circolarità emozionale: il genitore ha bisogno di essere legittimato e il figlio anche.

Secondo alcuni autori l’unica madre è quella adottiva: coloro che lo hanno messo al mondo hanno permesso ai genitori adottivi di diventare i suoi genitori.

Il bambino ha bisogno di essere stato tenuto dentro…Il genitore di avere dentro…e Il figlio si chiede:

‘Chi sono? A quali genitori appartengo?’

I genitori si chiedono: ‘Appartiene a noi?’

Il bisogno di entrambi è quello di riconoscersi in un  ruolo, il ruolo di genitore e il ruolo di figlio.

L’affiliazione si costruisce attraverso la costruzione di una storia comune. Nel dialogo col figlio, a seconda dell’età, vanno pensate e raccontate le funzioni e la presenza dei genitori biologici in momenti temporali diversi e descritti come non antagonisti: nel passato c’è la presenza dei genitori biologici, nel presente e nel futuro quella dei genitori adottivi. I genitori che affiliano sentono la storia e le origini del bambino come elementi sostanziali della loro storia familiare. Sono comunque attenti alla vicenda esistenziale del bambino che precede l’incontro adottivo, sono ad esempio sensibili alla conservazione o all’abbandono di precedenti abitudini del bambino. 

In questo processo affiliativo,  il bambino può esprimere  rabbia, dolore, dispiacere per non avere avuto sempre vicino una madre e un padre.

Il bambino ha mantenuto una memoria emozionale e gli va narrata una verità narrabile, che non produca fantasmi persecutori inutili, con parole che parlino al mondo emotivo e in cui possano ritrovarsi genitori e figlio.